Seguici sui social:
Cerca qui:
Seguici sui social:
Home » Musica Italiana » A DICEMBRE SANREMO GIOVANI, FEBBRAIO CON IL FESTIVAL, POI MAGGIO CON L’EUROVISION SONG CONTEST

A DICEMBRE SANREMO GIOVANI, FEBBRAIO CON IL FESTIVAL, POI MAGGIO CON L’EUROVISION SONG CONTEST

A DICEMBRE SANREMO GIOVANI, FEBBRAIO CON IL FESTIVAL, POI MAGGIO CON L’EUROVISION SONG CONTEST

SANREMO. Il mondo musicale italiano è in grande fermento dopo la distruttiva pandemia che ha colpito il mondo. Anche il nuovo CDA della Rai si appresta ad uno sforzo tecnico-organizzativo, oltre ad un impegnativo investimento, al mirabile scopo di premiare questa ripresa socio-economica che non ha precedenti nella storia della tv di Stato.

Si comincerà a dicembre con il Sanremo Giovani, dal Teatro del Casino Municipale, poi a febbraio con il 72mo Festival della Canzone con i due combattenti Amadeus e Fiorello e infine a maggio a Torino con l’Eurovision Song Contest. Quattro mesi nei quali il popolo italiano avrà l’opportunità di ascoltare tanta di quella musica e vedere tanti di quegli artisti italiani e stranieri, che per il resto dell’anno potrebbe anche scattare l’inevitabile: spegni quella tv. Naturalmente stiamo solo scherzando, tuttavia sarà, comunque, un periodo da ricordare nei tempi, così come lo ricorderanno sicuramente tutti i protagonisti che vivranno dall’interno questi mesi di grande euforia collettiva. Proprio tutti, dal duo Ama/Fiore, per la terza volta a Sanremo insieme, all’uomo dietro le quinte dell’Ariston, il competente e infaticabile Claudio Fasulo, al manager Superman Lucio Presta (nella foto con Amadeus) , ai dirigenti e funzionari e alle maestranze di mamma Rai, che saranno chiamati a fare gli straordinari. Insomma, uno sforzo che sicuramente darà i risultati, prima cercati e poi sperati, perché tutto dovrà funzionare anche per fare bella figura verso quei milioni e milioni di ascoltatori italiani (e stranieri) che ci vedranno dall’estero.

Un’occasione unica nella quale il Paese Italia potrà, ancora una volta, dimostrare al mondo queste capacità tecnico-creative, ormai riconosciute, ma che hanno sempre la necessità di rinnovarsi. E la nostra musica italiana è quella meravigliosa invenzione artistica apprezzata e invidiata dappertutto.

Gli eventi di Sanremo, dunque, apriranno le porte a tutto il resto del programma semestrale e saranno anche le iniziative collaterali al Teatro Ariston di Sanremo della settimana, dall´1 al 5 febbraio, a scandire, promuovere e riconoscere la bellezza della musica: dal Gran Galà della Stampa del Festival (con premiati d´eccezione), del direttore Ilio Masprone a ciò che succederà a Casa Sanremo del Patron Vincenzo Russolillo, e alle piazze nelle quali potrebbe accadere di tutto e di piú all´insegna della parola magica Musica.

Partecipa ai commenti

Correlati