Seguici sui social:
Cerca qui:
Seguici sui social:
Home » Notizie dal web » Sting spiega l’origine del suo nome

Sting spiega l’origine del suo nome

Sting spiega l’origine del suo nome. Il bassista e cantante dei Police Sting, all’anagrafe Gordon Sumner, nel 2009 spiegò in un’intervista rilasciata a Blank On Blank l’origine del suo nome d’arte e spiegando anche quanto sia stato importante per lui raggiungere il successo solo quando aveva circa ventisette anni.

Queste le parole spese allora dal musicista inglese che il prossimo 19 novembre pubblicherà il nuovo album solista “The bridge” : “Devi avere questo rituale in cui cambi qualcosa nel tuo profondo per diventare un’altra persona. Puoi nascere con un nome, puoi nascere Elvis Presley o Michael Jackson. Ma alcuni di noi devono cambiare il proprio nome. Non è qualcosa che ho fatto da solo, è un nome che mi è stato dato quando avevo 18 anni. I tuoi genitori ti danno un nome ma non sanno davvero chi sei. I tuoi amici ti danno un nome e loro sanno esattamente chi sei (ride). Era una cosa come, “Ah, sei Sting”. Mi si addiceva molto quando avevo 18 anni, ero molto “stingiano”.

Sting continua così il suo racconto: “Non devi essere il più grande cantante del mondo. Quello che devi essere è essere unico e ogni volta che apri bocca la gente dovrebbe dire, “Oh, questo è Van Morrison” o “Quello è Bob Dylan”, o “È Sting” o “È Bono”. Non appena raggiungi il punto in cui hai una firma, un’impronta vocale unica, questo è tutto. Avevo 27 anni prima di avere un qualsiasi tipo di successo. Probabilmente ciò mi ha dato una carriera più lunga di quella che avrei avuto se avessi ottenuto il successo a 18, 19 o 20 anni. Avevo avuto una vita, avevo avuto un lavoro con una pensione, avevo pagato il mutuo, avevo avuto un figlio. Tutte queste cose mi hanno fatto apprezzare la realtà. Ciò probabilmente mi ha salvato la vita. È molto raro che riesca ad andarmene senza cantare “Roxanne”. Ma come ho detto ieri sera, ero nel bel mezzo della canzone e ho detto ‘Mi chiedo quante volte ho cantato questa fottuta canzone’. Tipo, ogni serata della mia vita per 32 anni? E lei continua a non ascoltarmi”.

Il 19 novembre pubblicherà il nuovo album solista “The bridge”

Partecipa ai commenti

Correlati